Home » Blog » Componenti per l’automazione industriale: cosa sono?

Componenti per l’automazione industriale: cosa sono?

da | Ott 16, 2019 | Automazione industriale

Il principio dell’automatismo delle aziende gira tutto attorno ai componenti per l’automazione industriale i quali ne rappresentano il punto principale.. È proprio grazie a questi particolari sistemi che le aziende moderne sono in grado di portare avanti tutto il processo produttivo automatizzato. Senza tali dispositivi nulla potrebbe funzionare non vi sarebbe alcuna produzione serializzata da parte dei macchinari predisposti a tale scopo.

 

Componenti per l'automazione industriale: cosa sono?Livelli industriali ed i componenti per l’automazione industriale

Perché un reparto produttivo si possa considerare totalmente automatizzato, ogni componente viene catalogato in modo diverso. Ogni categoria di sistemi racchiude specifici dispositivi di automazione che permettono di avviare determinate attività produttive che caratterizzano quella particolare azienda.

Se, per qualsiasi motivo dovesse mancare anche solo uno di queste sistemi, diversi comparti della fabbrica si bloccherebbero e ciò andrebbe a rappresentare un grosso problema per il reparto produttivo stesso. I problemi per le imprese sarebbero notevoli in quanto si andrebbe a fermare l’intera catena produttiva con conseguenze molto gravi, in quanto impossibile continuare la serializzazione del prodotto.

Quando si parla di automazione industriale si intendono svariati dispositivi quali: sensori, macchinari, device, strumentazione di controllo, comandi. Ognuno di questi gruppi rappresentano le categorie di diversi sistemi indispensabili per quella determinata area operativa.

Settori e componenti dell’automazione industriale

Sensori

Tra i componenti per industrie che favoriscono l’automazione della produzione, vi sono i sensori. Tali dispositivi consentono agli uomini che operano su una macchina di essere allertati in caso di errore o al verificarsi di un evento specifico. Nel caso di segnalazione viene data l’allerta e l’operatore può intervenire sul sistema, correggendo e riportandolo alle normali funzioni operative.

Gli strumenti che consentono ad un operatore lo svolgimento di tale compito sono costituiti da alcune sirene che segnalano le imprecisioni o i guasti in caso di necessità. Gli alert acustici permettono a chi utilizza il macchinario di fermare il flusso produttivo utilizzando i sistemi di sicurezza automatizzati o particolari strumentazioni. Tra queste riconosciamo la sonda, il termoregolatore e ulteriori dispositivi che fanno parte dei controlli specifici per individuare il motivo dell’interruzione e trovare la soluzione in modo tale da poter riprendere più rapidamente possibile la catena produttiva.

Controllo del sistema

L’intero sistema di automazione industriale possiede una strumentazione di controllo costituita da sistemi legati all’informatica, connessi uno all’altro da una rete aziendale capace di controllare con estrema precisione, ogni processo produttivo ed ogni evento.

Stiamo parlando di un gruppo di dispositivi che eseguono continue verifiche facilitando la costruzione di un prodotto o lo sviluppo di un progetto. Il controllo continuo del sistema permette ai macchinari connessi tra di loro, di svolgere alla perfezione il compito assegnato con particolare perfezione.

Macchine e device

Tra i vari dispositivi impiegati nell’automazione industriale, vi sono una serie di pezzi meccanici come: bracci operativi, cobot ed altri strumenti che svolgono le funzioni necessarie a garantire una produzione seriale perfetta. I device operano in modo da permettere la supervisione di una macchina. Il compito ultimo è quello di valutare i dati per decidere se è necessario intervenire bloccando il flusso produttivo con interventi atti a prevenire alcuni specifici errori. Diversamente si lascerà che la macchina proceda con il suo lavoro, continuando a creare i prodotti desiderati,  evitando il blocco non previsto dalla normale manutenzione.

Il sensore è un dispositivo molto importante per quanto riguarda la definizione di automazione industriale. Questi sistemi infatti, sono alla base della comunicazione tra loro e la centrale operativa che controlla tutto il sistema del processo produttivo. Ogni sensore controlla precisamente una funzione operativa che fa parte della catena produttiva. Grazie alle segnalazioni che avvengono su un determinato macchinario, di riesce ad avere uno perfetto controllo della produzione.

Per questo si può dire che ogni device che va a comporre il processo di automazione è in comunicazione con ogni altra parte ed offre all’operatore che sfrutta il macchinario, di modificare le impostazioni ove necessario. L’obiettivo finale è sempre quello di migliorare la il processo produttivo eliminando il pericolo di eventuali ed imprevisti fermo macchina.

Sul mercato vi sono svariate aziende che producono sistemi e dispositivi per l’automazione industriale, la decisione dei pezzi da utilizzare sta all’azienda stessa, in base alle proprie esigenze. Quando si deve compiere una scelte del genere si deve tenere conto della forma, il materiale, il peso e la tecnologia con cui sono sviluppati, al fine di ottenere una precisa resa durante il processo produttivo. In questo gruppo di dispositivi fanno parte: sensori, allarmi, luci di avvertimento, blocchi automatici e molto altro ancora.

Ogni componente utilizzato per implementare ed automatizzare un processo produttivo, è importante perché è in grado di salvare il business garantendo un flusso continuativo della produzione e senza interruzioni e guasti. Inoltre alcuni di questi sistemi vengono utilizzati per salvaguardare la sicurezza dell’operatore ai macchinari ogni giorno. Tutti i sistemi di sicurezza sono sviluppati in modo tale da evitare un incidente sul lavoro.

Ti potrebbe interessare anche…